Un farmaco che può far “ricrescere i denti”

farmaco denti

Un farmaco che può far “ricrescere i denti”

  • 5/5
  • 1 rating
1 ratingX
Very bad! Bad Hmmm Oke Good!
0% 0% 0% 0% 100%
Utilizzato per combattere il morbo di Alzheimer, il farmaco potrebbe riparare i denti danneggiati. Questa è la straordinaria scoperta fatta da alcuni ricercatori inglesi. Ma si crede addirittura che la scoperta non abbia “niente di così rivoluzionario”.
 
 
 
I ricercatori del King’s College di Londra (KCL) hanno scoperto che un farmaco originariamente progettato per trattare la malattia dell’Alzheimer è in grado di rigenerare un dente danneggiato dalla carie. Le informazioni sono riportate dal quotidiano britannico “The Independent”.
 
 
 
Quando si forma un buco provocato dalla carie, la dentina, il componente principale del dente, tenta di riempire questa cavità per proteggere la polpa del dente dall’aggressione esterna. Ma quando la cavità è troppo grande, il dentista deve intervenire con un amalgama artificiale per evitare la perdita permanente del dente.
 
Questi ricercatori inglesi hanno capito che applicando il farmaco anti-Alzheimer direttamente su una cavità, con una semplice spugnetta, il dente si auto ripristina.
 
 
 

Una vera opportunità per il trattamento orale

 
 
Il farmaco stimolerebbe le cellule staminali di un dente danneggiato.
La semplicità di questo approccio rende il farmaco ideale come prodotto dentale clinico per il trattamento naturale di grandi cavità, fornendo sia protezione della polpa che restauro della dentina. Il suo utilizzo è già stato testato in studi clinici per la malattia dell’Alzheimer offrendo una reale opportunità per ottenere il trattamento odontoiatrico direttamente in clinica.
 
 
Il medicinale in questione si chiama “Tideglusib“. Aiuta a stimolare le cellule staminali. Su un dente danneggiato, i ricercatori hanno scoperto che il meccanismo di riparazione naturale potrebbe essere stimolato con questo prodotto.
 
 
“Scetticismo e cautela… i professionisti del settore però si riservano di dare una concreta risposta, senza conoscere con precisione il meccanismo d’azione”, afferma il Dr. Philippe Le Treut. “Dagli anni ’90, quasi ogni cinque anni, viene annunciato un vaccino anti-carie. Tutti sognano una cura che guarisca un mal di denti senza dover giocare ogni volta alla roulette russa. Sarebbe magnifico! Non voglio mettere in discussione questo studio, ma c’è anche un indiscutibile fattore pubblicitario che accompagna questo nuovo farmaco … “
 
 
 

Un prodotto simile esiste già in Francia

 
 
“Sappiamo che questo farmaco scoperto in Inghilterra non è dannoso. Ma esiste un prodotto simile in Francia.
 
 
Da parte sua, Jean-François Séret, chirurgo dentale di Hirson (Aisne) e vice segretario generale dell’Associazione dentale francese, venne a conoscenza di questa scoperta inglese e la studiò: “Questa medicina avrebbe, in effetti, la proprietà di trasformare le cellule staminali della dentina in cellule sane intorno alla polpa all’interno del dente.
 
Tuttavia, non bisogna credere che questo farmaco ricostruisca il dente sull’intero foro della carie.”
Lo specialista ritiene, tuttavia, che questa scoperta sia “interessante” . Ma sottolinea che questo prodotto non ha “niente di così rivoluzionario e afferma che esiste da almeno otto anni. 
 
 
Ma il fatto che questo farmaco sia già stato testato clinicamente significa che è conosciuto e non è dannoso. In questo caso potrà essere rapidamente approvato per essere utilizzabile, invece di aspettare gli anni necessari che servono ad un prodotto prima di uscire dal laboratorio, per poi raggiungere la fase di marketing al pubblico.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, acconsenti all’uso dei cookie . Il non consenso porta al non corretto funzionamento di questo sito web. Cookie Policy

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi