Igiene-Monselice

L’igiene orale influisce sullo stato di salute generale

  • 5/5
  • 2 ratings
2 ratingsX
Very bad! Bad Hmmm Oke Good!
0% 0% 0% 0% 100%

Il 20 marzo si è celebrata la Giornata Mondiale della Salute Orale per incentivare le persone ad agire, per ridurre l’impatto delle patologie del cavo orale e renderle più responsabili verso la propria salute.


Questo significa che si stanno compiendo azioni semplici ma efficaci per prevenire le malattie orali e, così facendo, anche indirettamente salvaguardando la propria salute generale.


Questo non significa che il dentista debba essere in grado di diagnosticare i problemi di salute non orale, ma l’enfasi creata qui è più sulla gestione dei fattori di rischio, mentre contemporaneamente si applicano regolari esami orali, di igiene e qualsiasi altro trattamento necessario in modo tempestivo, nell’interesse proprio.


In particolare, la salute dentale è data per scontata. Alcune persone sono fermamente convinte che se nella loro bocca non c’è niente che faccia male, allora stanno bene.Inconsciamente, però, instillano queste nozioni anche nella mente dei loro figli. Stranamente, anche il colesterolo alto non fa male, ma è comunque un grosso problema.


Le malattie orali come la carie e le malattie gengivali, tra le altre cose, rappresentano un grave problema di salute pubblica dovuto non solo alla loro alta prevalenza e incidenza, soprattutto in quella parte di società marginalizzata, ma anche tra le comunità socialmente benestanti.


La bocca è una porta sul nostro corpo. Una buona salute orale ci permette di mangiare, parlare e socializzare, senza alcun disagio e imbarazzo.


La ricerca dimostra che esiste una relazione sinergica tra salute orale e il benessere generale. Si è scoperto che esiste tra le persone un’apatia piuttosto diffusa, mista ad un’incredibile mancanza di consapevolezza riguardo il ruolo del dentista nella cura e nel benessere della salute fisica e mentale. Quando sorge una crisi, è spesso segno che i problemi sono stati portati troppo avanti.


Perché la stragrande maggioranza della popolazione non capisce che anche la loro bocca è parte del loro corpo?


Una ragione potrebbe essere dovuta al fatto che queste malattie non sono considerate pericolose per la vita e quindi vi è un’enfasi minima sull’istruzione, sull’assistenza sanitaria, sull’aumentare la consapevolezza e l’implementazione di strategie preventive tangibili a livello locale e nazionale.


Inoltre, molte condizioni sistemiche come il diabete, il morbo di Crohn, l’anemia, la leucemia, le carenze vitaminiche, varie malattie autoimmuni e l’HIV possono avere manifestazioni orali distinte e il dentista potrebbe svolgere un ruolo fondamentale nella diagnosi e nella gestione di queste condizioni.

Tuttavia, questo è possibile solo andando a regolari visite dentistiche, consentendo di individuare i problemi precocemente, garantendo i migliori risultati contro le malattie orali e le complicazioni associate alla salute stessa.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, acconsenti all’uso dei cookie . Il non consenso porta al non corretto funzionamento di questo sito web. Cookie Policy

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi